|

Guglielmo Vuolo

Torna indietro

Data pubblicazione: 22-05-2015

Da Guglielmo Vuolo a Eccellenze Campane , nella nuova carta delle pizze di stagione con le quali punta a ritrovare i sapori della sua gioventù, ci sono anche le pizze realizzate con un impasto fatto con la farina del Molino Agugiaro e Figna e senza sale, grazie al solo utilizzo dell'acqua Riservadimare. Si tratta di un prodotto tutto Made in Italy del quale quale è sperimentatore e utilizzatore in esclusiva grazie a un accordo siglato nelle scorse settimane che lo vede anche coinvolto nel Progetto Alimentare " SALE, meglio poco…" dell'Università Popolare di Scienza degli Stili di Vita di Trani presieduta da Vincenzo Di Donna.
 L'impasto lievitato 20 ore, proposto ieri sera dal Maestro napoletano per "PIZZA D'AMARE"  al Polo di Via Brin, è uno dei tre che ogni giorno realizza per assicurare sempre il suo utilizzo nel momento ottimale: a 10, 16 e, appunto, 20 ore. Lo farciscono gli ingredienti selezionati dallo scaffale del Polo Gastronomico Eccellenze Campane, all'interno del quale, da gennaio 2014, è la sua pizzeria eccellente, ma anche quelli di stagione acquistati direttamente da agricoltori di fiducia.
Come la Portulaca (in dialetto napoletano Pucchiacchiella), una insalata carnosa e croccante quasi dimenticata e cara alla tradizione contadina campana e del Sud Italia, che è stata utilizzata per la seconda delle tre pizze proposte nella degustazione condotta dalla giornalistsa enogastronomica Monica Piscitelli e che ha visto abbinati la birra Clelia del Birrificio Maneba e il Lacryma Christi del Vesuvio Bianco Villa Dora
Ma non solo. Tra i prodotti che saranno raccolti per lui da questo giugno in avanti, alcune varietà di Pomodoro del quale Vuolo è appassionato utilizzatore: il classico San Marzano, quello Tigrato selvatico, quello Appassito e quello Giallo. Ma anche cannellini, carciofi Paesanelle, origano, friarielli napoletani, torzelle, basilico e aglio. E ciò grazie all'accordo con Agriselva, società nata nel 1999che si trova tra Acerra e San Felice al Cancello, e che gli fornirà circa 1000 quintali prodotto l'anno proveniente da un lotto dedicato di 4000 mq coltivato in regime di lotta integrata.
Dettagli e foto nella cartella stampa online sul sito www.guglielmovuolo.it.

Le news
 

Torna su