|

Guglielmo Vuolo

Torna indietro

POMODORO CAMPANO

Ai grandi classici e alle creazioni più originali (Lungomare Caracciolo, Foce e' Mare, Mergellina, Megaride, Piccole Isole, Sorrento e altre create in questi anni) Guglielmo Vuolo affianca le pizze che attingono dalla sua Carta dei Pomodori ©, ricette che vedono protagoniste produzioni artigianali anche piccolissime e varietà quasi estinte.
L'attenzione del Maestro per il Pomodoro Campano - un ingrediente fondamentale della tradizione alimentare mediterranea - è l'affermazione di un modello di pizza in cui la semplicità e la qualità degli ingredienti, ma anche la linearità al gusto del prodotto finale, vincono su ogni ridondante ragionamento gourmet.
Il San Marzano, il Pomodorino di Corbara, il Piennolo del Vesuvio, il Giallo del Vesuvio, il Re Fiascone, il Verneteco, e molti altri, sono doviziosamente descritti dal punto di vista organolettico e storico nella Carta dei Pomodori, la prima in assoluto in Italia, affinché il cliente possa scegliere consapevolmente quello che preferisce.
Dall'estate 2016, poi, Vuolo seleziona le sue materie prime sotto gli obiettivi delle telecamere del suo Pummarola Tour, un documentario work in progress che, per tappe, racconta il rapporto con i suoi fornitori più fidati, la ricchezza della campagna campana e gli straordinari pomodori che seleziona per le sue pizze.


Tre soluzioni di impasto al giorno, basso contenuto di sale e farciture selezionate
 

Torna su