|

Guglielmo Vuolo

FORMAZIONE E CONSULENZA

L'attività di formazione e consulenza che il Maestro Guglielmo Vuolo da anni svolge per i quattro angoli della Terra ha per presupposto la profonda conoscenza del mondo della pizza e delle sue logiche.

"Il pizzaiolo è un mestiere rubato" ama dire. "Appartengo a un'epoca in cui per aver diritto a mettersi al banco, ad ammaccare (stendere) una pizza, bisognava prima passare lunghi anni a far da sguattero e da fornaio" ricorda. "Sebbene io fossi figlio di un pizzaiolo di riconosciuta esperienza, che aveva formato tanti collaboratori, mio padre Enrico, autentico genio della pizza, ma maestro estremamente esigente, non mi ha fatto alcuno sconto. Ho dovuto affinare l'ingegno e studiare. Provare e riprovare" continua Vuolo. È questa esperienza, costruita con fatica in quarant'anni di lavoro, ma anche la tecnica e i trucchi del mestiere , che mette oggi a disposizione dei più giovani e di coloro che si affacciano a questo mondo affascinante.

Complice una certa refrattarietà nei confronti dei media e di coloro che "fanno filosofia della pizza", infatti, il Maestro Vuolo ha prediletto, negli anni, un impegno squisitamente tecnico. Impegno che oggi gli vale la padronanza a 360 gradi, del far pizza e la fama di mago degli impasti. Vuolo oggi testa prodotti, avvia linee di produzione, cura startup di locali, conduce corsi di formazione, propone seminari e performance.

Consigliere e Capo Istruttore dell'Associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN) dal 2013, e,  dal 2014, anche Fiduciario della Regione Campania,  Guglielmo Vuolo è di fatto, sul fronte tecnico, uno dei pilastri dell'Associazione. Colui che – con un continuo lavoro di squadra – fa si che ogni manifestazione, evento, gara, seminario e occasione pubblica sia tecnicamente e operativamente ineccepibile.

La sua attività di formazione e consulenza, a partire dai primi anni del 2000, lo ha visto impegnato in numerose trasferte: Londra, Parigi, Atene, New York, San Paolo, Las Vegas, Taipei e, ovviamente, tutta l'Italia. Da formatore e consulente ha formato durante la sua carriera almeno un migliaio di pizzaioli e tenuto centinaia di corsi in tutto il mondo. Sono idealmente figlie sue, le pizze di locali accorsati come Ribalta a New York, Princi a Londra, Pizza Oggi a Taipei, Marechiaro a Mykonos. E molti altri.


SPECIALIZZARSI NELLA PIZZA. LA FORMAZIONE CHE VA
INCONTRO AL FUTURO

Farina, acqua, sale e lievito.
Il segreto e la magia della pizza sono in questi quattro semplici ingredienti.
Ma cosa accade se uno di essi viene messo in discussione? Se quella che concorre alla nostra pizza non è affatto acqua dolce, ma acqua di mare pura e ricca di oligoelementi? Se il sale non è aggiunto affatto, ma naturalmente disciolto in essa?

La risposta è semplice e difficile al contempo: tante cose che si danno per scontate, richiedono un'attenzione tutta nuova.

Oggi più che mai sono richieste ai professionisti del settore competenza tecnica, flessibilità e attitudine alla comunicazione.

Tecnica, prassi, abilità e creatività', secondo il bagaglio esponenziale e la sensibilità di ciascun artigiano, li compongono insieme in maniera unica. Fermo l'obiettivo di realizzare un prodotto eccezionale, molti altri fattori - taluni determinabili e altri imponderabili fino all'ultimo - concorrono al risultato.

La pizza è cotta e servita a valle di un complesso processo di preparazione in laboratorio degli impasti e selezione dei migliori ingredienti.
Essere pizzaiolo oggi, a certi livelli,  anche per chi non ha una solida tradizione familiare, è un sogno realizzabile facendo uso di tenacia, studio e pratica.

Una solida preparazione, ottenuta accanto ad un professionista che vanta una lunghissima esperienza nella didattica,  un'ottima maniera per compiere i giusti passi nel mondo della pizza e tenersi aggiornati sulle tendenze in atto.
 

Per informazioni:
info@pizzaallacquadimare.com 
tel +39 3392458171.

Consulenza sulla vera pizza
 

Torna su